Hate Speech – cos’è e cosa possiamo fare

L’Hate Speech si può tradurre in italiano con “Parole d’odio” o anche “Violenza verbale”. Chiunque usi un social network come ad esempio Facebook o Instagram si è sicuramente imbattuto in qualche post o qualche commento dov’era presente una violenza verbale verso la propria persona o verso altri utenti.

Solitamente si tratta di ingiurie, calunnie, offese, denigrazioni, parolacce ma anche inviti al suicidio o auguri di malattie o morte. È una pratica diffusissima che, oltre a ledere la dignità, il decoro e l’onore di una persona può avere anche serie conseguenze di tipo psicologico. Subire violenza infatti, sia essa anche solo verbale, è un evento comunque traumatico. Come si può agire?

Leggi tutto “Hate Speech – cos’è e cosa possiamo fare”

Cosa posso e cosa non posso fare in Campania dal 11 marzo 2020 con il decreto per il contenimento del covid19…

[aggiornato al 13 marzo 2020]
…sulla base del decreto del Presidente del Consiglio del 11 Marzo 2020 (clicca qui per accedervi) recante nuove misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull’intero territorio nazionale e dell’ordinanza n. 15 del 13/3/2020 del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

Leggi tutto “Cosa posso e cosa non posso fare in Campania dal 11 marzo 2020 con il decreto per il contenimento del covid19…”

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne – 25 novembre 2019

Se per errore metti sotto con la tua automobile una donna non è un femminicidio. Se invece alzi le mani su di lei o, peggio, la uccidi quello è quasi certamente un femminicidio.

E questo perché a definire un femminicidio è tutto un quadro culturale e psicologico individuale per il quale un uomo ritiene legittimo che una donna debba seguire le sue volontà e non le proprie. Se non lo fa allora la violenza secondo alcuni uomini è legittima. Ecco cosa è un femminicidio.

Leggi tutto “Giornata mondiale contro la violenza sulle donne – 25 novembre 2019”

La consulta e i permessi per l’ergastolo ostativo

Il 25 ottobre scorso la Corte costituzionale ha dichiarato incostituzionale il non concedere permessi anche ai mafiosi all’ergastolo ostativo.

Da avvocato penalista sono d’accordo. Come ci dicono i rapporti del Viminale, l’Italia è un Paese dove il crimine è in calo costante e dove la pena è intesa come un modo per rieducare chi ha commesso un crimine.

Leggi tutto “La consulta e i permessi per l’ergastolo ostativo”

Cosa significa veramente “difesa legale”

Difendere qualcuno. Mi sono spesso interrogata, da avvocato, sul senso profondo di questo compito. Sono arrivata alla conclusione che difendere qualcuno in sede legale vuol dire -fare i suoi interessi-, procurare un vantaggio reale e concreto per l’assistito. E questo vale anche se i suoi interessi e il suo vantaggio si concretizzano in un percorso difficile da affrontare, ma che realizza, in ultima analisi, una sostanziale crescita nel proprio percorso di vita.

Leggi tutto “Cosa significa veramente “difesa legale””

Arresti e condanne facili, al cittadino conviene davvero? E se ti arrestassero ingiustamente?

In questo periodo storico il dibattito sulle garanzie processuali è molto acceso. Il professore Vittorio Manes è intervenuto sul tema facendo grande chiarezza in termini di filosofia del diritto e su come il diritto si stia trasformando. Le previsioni non sono affatto rassicuranti.

Sarebbe un grande errore ritenere l’argomento un fatto da esperti del diritto. Le garanzie processuali sono uno degli elementi fondamentali del convivere civile quotidiano.

Leggi tutto “Arresti e condanne facili, al cittadino conviene davvero? E se ti arrestassero ingiustamente?”

Cannabis light e controlli. Chi deve dimostrare che la cannabis è legale? Tu o la polizia?

Vediamo insieme in breve a chi dà ragione la Cassazione.

Una delle domande che gira per la testa di chi gestisce un punto vendita di Cannabis Light (THC massimo allo 0,6%) è la seguente: se la polizia effettua un controllo nel mio esercizio commerciale sono io a dover dimostrare che la cannabis è legale? Cioè: gli organi preposti al controllo possono procedere al sequestro della merce? Sono io a dover dimostrare la legalità della provenienza?

Leggi tutto “Cannabis light e controlli. Chi deve dimostrare che la cannabis è legale? Tu o la polizia?”

IL NO DEI PENALISTI ALLA RIFORMA DELLA PRESCRIZIONE

Non è la bandiera politica dalla quale nasce la proposta a suscitare il dibattito in sè, ma le conseguenze che potrebbero ritorcersi ai danni del cittadino processualmente coinvolto, vittima o imputato che sia. Prima tra tutte: una inefficace e incostituzionale lungaggine nei tempi di risoluzione giudiziaria non garantista di una piena giustizia, per chi la ottiene o la subisce, considerandone la durata sproporzionata del processo.

Prima di arrivare al cuore della Riforma, cerchiamo di chiarire in primis cos’è la Prescrizione? È un istituto giuridico che disciplina i tempi entro cui lo Stato può esercitare la propria pretesa punitiva nei confronti del soggetto ritenuto responsabile di un reato. In penale la Leggi tutto “IL NO DEI PENALISTI ALLA RIFORMA DELLA PRESCRIZIONE”

GUIDA IN STATO DI EBBREZZA. QUANDO IL REATO DIVENTA PENALE?

Tra le gravi inosservanze delle norme in materia di circolazione stradale, nell’articolo di oggi ci occuperemo delle conseguenze e delle aggravanti, penali o sanzionatorie, strettamente legate ad una guida in stato di ebbrezza. Innanzitutto va detto che guidare sotto l’effetto di sostanze alcoliche non sempre costituisce un illecito perseguibile penalmente. Nei casi più blandi di inottemperanza, vale a dire quando al conducente del veicolo si accerta un tasso alcolemico compreso tra 0,5 e 0,8 g/l, il trasgressore va incontro soltanto a due tipi di sanzioni amministrative: una di carattere prettamente pecuniaria, l’altra riguardante la sospensione della patente di guida fino a un massimo di sei mesi. Leggi tutto “GUIDA IN STATO DI EBBREZZA. QUANDO IL REATO DIVENTA PENALE?”